Etichettato: social networ

I social, Eco e gli imbecilli

imbecille agg. e s. m. e f. [dal lat. imbecillis (variante del più com. imbecillus) «debole» fisicamente o mentalmente]. – Chi, per difetto naturale o per l’età o per malattia, è menomato nelle facoltà mentali e psichiche. Più spesso, nel linguaggio fam., titolo ingiurioso, rivolto a chi, nelle parole e negli atti, si mostra poco assennato o si comporta scioccamente, senza garbo, da ignorante, in modo da irritare: è un perfetto i.; non fare l’i.!; taci, imbecille! ◆ Dim. imbecillòtto; accr. imbecillóne (f. -a).
(Treccani)

Che l’umanità sia composta prevalentemente da imbecilli è storia vecchia, che preesiste all’ironia colta di Umberto Eco. Questo per una normale sedimentazione della grana grossa al livello più basso della piramide, mentre la grana fina, quella che sta al vertice, è più rara e brilla nel genio di intellettuali come il Nostro, squisito affabulatore che ne sa da solo quanto una biblioteca intera, ma di quelle ben fornite.
Continua a leggere