Arcobaleni alcolici

A. arrivò prima dell’una, con una bottiglia di quello buono.
G. la stappò tutto contento, dopo aver buttato la pasta nell’acqua bollente.
Mangiarono e bevvero contenti, e poi bevvero ancora, ragionando del lavoro che dovevano fare insieme.
Si spostarono sul divano.
A. aveva da fumare.
G. armeggiava con dei DVD. Mise quello col cortometraggio premiato.
Poi passò in rassegna qualche altro filmatino casareccio.
Sketch, cose divertenti, leggere.
Intanto bevevano e fumavano. Ridevano.
Il DVD si arrestò. Era finito. Nessuno lo fece ripartire.
I due erano lì, mezzi addormentati.
A. se ne stava intorpidito tra i fumi del vino e i vapori del fumo.
In un dormiveglia pieno di sogni abbozzati.
G. sembrava dormire, con la bocca aperta, sprofondato accanto a lui, sul divano.
A. sognò e sognò. Oppure no. Avvertiva la vicinanza di G.: un po’ gli sembrava incombere su di lui, un po’ gli sembrava di aspettarsi qualcosa.
Qualsiasi cosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.