Perugia, o cara

18588991_10212969496541717_3520044167956461183_oNon sei madre, come Roma, né compagna, come Siena, e nemmeno nonna, come Amatrice, ma mi piaci. Mi piace fare le vasche avanti e indré su Corso Vannucci e mangiare la torta al testo farcita col ciavuscolo. Mi piace sentire i perugini che parlano e rifargli il verso. Mi piacciono le cose che organizzano i ragazzi di Emergenze intorno all’Edicola 518, che avercene un gruppo così in ogni città questo Paese avrebbe risolto qualche problema. Mi piace passare e ripassare sotto l’Arco Etrusco con quei fianchi possenti e scivolare avanti e indietro sul Mini Metro silenzioso, prendere il caffè al Bar in piazza molestato dai questuanti che si vestono da mimi ma sono raccattati, mimare non mimano, anzi, vengono incontro e chiedono spicci, con lei che si veste da pagliaccio. Giallorosso. Mi piace il tipo che si mette sulla panchina con la 12 corde e attacca “LASCIATEMI CANTAREEE” poi smette e si mette a chiacchiera con qualche svitatone, cinque minuti e poi si riprende. Mi piace il cagnolino che gioca con la palla da tennis sulle scalette in piazza, davanti alla fontana. Mi piacciono colori e accenti mischiati di studenti fuori sede e stranieri, le ragazze belle, la gente sorridente. Mi piace ricordare che in un pomeriggio di maggio del 2000 piovve tantissimo, ma per Alessandro Calori c’era il sole, come a Roma. Mi piace il fatto che ogni volta ci fai stare bene e ci accogli tra le tue braccia amiche. E torno sempre volentieri.

Annunci

Un Commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...