Antica ricetta degli spaghetti all’amatriciana

Antico manoscritto del mio tris-tris-trisavolo Pancrazius Matricianus rinvenuto in un vecchio cofano. E’ la ricetta originale degli spaghetti all’amatriciana. Da provare…

Abbi uno guanciale di porco bene staionato e taglia fortemente col coltello in fette e poi taglialo a pezzi. Ponilo accocere ne la padella et non lo lassare troppo cocere. Dapoi bagnalo con vino bono e mittelo in un piatello e coprilo. Abbi la pommarola e cocila ne la padella. Non bisogna gli metti cipolla. Prendi lo guanciale e mescolalo a la pommarola e se ti pare di sopra gli buttarai un poco di zenzevro. Fa bullire forte l’acqua e mettivi li spaghetti e quando sieno bulliti levali via e buttagli la pommarola ne la ditta pasta. Gratta colla grattusia il cacio di pecora seccho et gittalo spesse volte sopra li spaghetti e dà a mangiare. Et erit bonum.