Caro Parma, solidarietà. La dignità non ha prezzo

Oggi il Parma ha chiuso la propria storia calcistica e gira pagina per cominciarne un’altra. A questo punto della stagione è una sofferenza enorme, ma anche un gesto di dignità.
A spingere verso la chiusura la situazione societaria e l’assenza totale di una guida, dopo il susseguirsi di interventi nefasti da parte della vecchia proprietà e delle “nuove proposte” offensive per una città e per un club che hanno grande dignità.
I “crociati”, andando con le proprie gambe verso il fallimento, eviteranno però ulteriori umiliazioni: quelle di chi in settimana non sa cosa rispondere ai fornitori e vorrebbe gridare in risposta alle loro urla che non prende lo stipendio da mesi, che non riesce a mettere a disposizione i mezzi necessari a chi deve far marciare il settore giovanile, con la benzina da pagare per i bus che trasportano gli atleti, l’acqua fredda perché non hai pagato il gas, la corrente staccata, il telefono muto, internet assente o a bassa velocità, la carta e il toner che finiscono, le assicurazioni scadute, le colazioni, i pranzi e le cene da pagare ai bambini e ai ragazzi che sono lontani da casa, i medici, i massaggiatori, i preparatori, le segretarie, gli accompagnatori, gli impiegati, gli steward da pagare, e tutti che lavorano gratis e hanno debiti da onorare e famiglie da sfamare ma stanno sul pezzo sopportando tutto e aspettando che succeda qualcosa perché non muoia un’emozione.
A tutta la gente che lavora nel Parma un abbraccio solidale.

Annunci

Un Commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...